martedì 10 settembre 2013

TUBE a cura di Marco Scotini (2002)

Piero Almeoni, Luisa Littarru, Eva Formenti, Raffaella Orioni, Monica Carrera,
Francesca Damiano, Larissa Lazzari
presso l’Archivio Cavellini, Brescia – 2002
a cura di Marco Scotini
Ogni artista dà il proprio nome ad un percorso, andando così a costruire un’intera linea metropolitana immaginaria al confine tra il pubblico e il privato e insieme alle opere trasforma temporaneamente la galleria in una sala giochi.


“Ogni opera si definisce come una sorta di gioco aperto al coinvolgimento degli altri e a partire dall’esibizione delle proprie regole e modi d’impiego, moltiplica le relazioni tra il pubblico entro lo spazio espositivo”. (Dal testo di Marco Scotini – Tra la sala gioco e la camera da letto, per una iconografia dello spazio pubblico).


Nessun commento:

Posta un commento